lunedì 29 febbraio 2016

DETOX DRINK



L’aceto di mele e’ da sempre usato per le sue proprieta’ medicamentose, inclusa la proprieta’ antibatterica che lo rende un ottimo detergente per pelli acneiche. Uno degli usi piu’ noti e supportati da validazione scientifica sta nella sua capacita’ di ridurre le secrezioni di muco e quindi di disintossicare il corpo.
Qui sotto e’ proposta una bevanda tradizionalmente usata come disintossicante.
Risulta piuttosto concentrata quindi si puo’ diluire con ulteriore acqua se dovesse risultare sgradevole.

INGREDIENTI: (per Persona)

·         1 bicchiere di acqua purificata o minerale naturale
·         2 cucchiai di aceto di mele biologico
·         2 cucchiai di succo limone
·         1/2 cucchiaino di canella in polvere
·         1 pizzico di pepe di cayenna
·         2 cucchiai di miele (se la vostra dieta lo consente) senno’ utilizzate sciroppo di agave o acero

PREPARAZIONE:

·         Portare l’acqua ad una temperature di circa 40 gradi (calda ma non bollente)
·         Sciogliere spezie e miele (o dolcificante) e aggiungere aceto e limone, mescolare bene e lasciare in infusione per almeno 5 minuti.
·         Colare e consumare caldo, oppure lasciare raffreddare e conservare in frigorifero per consumare freddo.
·         Se risulta troppo concentrata diluire con piu’ acqua calda.

Photograph courtesy of Aqua Mechanical, published with permission: https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/

mercoledì 24 febbraio 2016

RISO AL LIME, AVOCADO E CORIANDOLO



Cucina: Autore: www.eatgood4life.com, potete consultare la ricetta originale in lingua Inglese cliccando qui: http://www.eatgood4life.com/avocado-lime-and-cilantro-rice/ una ricetta senza glutine e senza grassi aggiunti.

 

INGREDIENTI: (per 6 Persone)

 

·         3 avocado maturi

·         Il succo di 3 lime

·         1 tazza di coriandolo fresco tritato

·         2 tazze e 1/2 di riso integrale

·         La buccia grattuggiata di 1 lime (scegliete limes o limoni biologici con la buccia edibile)

·         1 tazza di piselli surgelati

·         Sale marino integrale

·         1 peperoncino tritato (opzionale)

 

PREPARAZIONE:

 

·       Cuocere il riso integrale seguendo le istruzioni sulla confezione, nel frattempo cuocere i piselli finche’ non sono teneri.

·       In una terrina grande schiacchiate gli avocado sbucciati e privati del nocciolo e aggiungete i piselli, il coriandolo tritato finemente, il succo e la bucccia di lime, sale e peperoncino se utilizzato.

·       Quando il riso e’ cotto, scolare e aggiungere agli altri ingredienti, mescolare bene.

·       Si puo’ servire caldo o freddo.



Photograph courtesy of Juniatha, published with permission: https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/

martedì 23 febbraio 2016

MERINGHE CON AQUAFABA



AQUAFABA:

Aqua deriva da acqua e faba da legume e non e altro che l’aqua di bollitura dei ceci molto concentrata o il liquido della lattina dopo aver scolato i ceci. Per il suo alto contenuto proteico, viene utilizzato per rimpiazzare il bianco d’uovo in molte preparazioni.

Puo’ essere montato a neve utilizzando uno sbattitore e sostituito al bianco d’uovo anche nelle ricette dolci.
Utilizzando l'acqua di cottura dei ceci e lo zucchero a velo e' possibile preparare le meringhe vegane, o aggiunta ad una delle rictte per la mousse al cioccolato la rende piu' soffice e spumosa.
Puo' essere utilizzata come addensante nella maionese vegana e in generale come sostituto del bianco d'uovo.

INGREDIENTI:

·         1 lattina di ceci
·         1 cucchiaino di cremore di tartato
·         120 gr di zucchero
·         1 cucchiaino di essenza liquida di vaniglia

PREPARAZIONE:

·         Scaldate il forno a 120 gradi, foderate una teglia con carta da forno e spruzzate o spennelate sulla carta una quantita’ minima di olio vegetale possibilmente di cocco.
·         Aprite la lattina di ceci e scolate l’acqua in una caraffa.
·         In un’altra caraffa misurate lo stesso volume di zucchero.
·         In una terrina grande sbattete il liquido dei ceci con il cremore di tartaro con una frusta elettrica fino a che diventa bianco e lucido, aggiungete la vaniglia e lo zucchero a poco a poco sempre utilizzando la frusta elettrica.
·         A questo punto il composto dovrebbe cominciare a diventare spesso e rassomigliare alla panna quando e’ montata a neve.
·         Mettete delle cucchiaiate di composto sulla carta da forno lasciando circa 1 cm e mezzo tra una cucchaiaiata e l’altra.
·         Infornare e cuocere circa un’ora o finche’ la meringa non risulta ben ferma e asciutta, se risulta appiccicosa lasciatela piu’ a lungo.
·         Quando le meringhe sono ben asciugate e cotte spegnete il forno e lasciate raffreddare.

Photograph courtesy of Various Brennemens, published with permission: https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/

lunedì 22 febbraio 2016

EMPANADAS



Cucina: Spagna

 

Empanadas sono un piatto estremamente diffuso in tutte le terre dove vi e’ stata storicamente una dominazione Spagnola o una forte immigrazione Spagnola, e consistono in una mezza luna di pasta ripiena.

Il ripieno varia da zona a zona e a seconda dei prodotti disponibili localmente; tradizionalmente carne, patate, cipolla e verdure, ma piu’ recentemente verdure e formaggio, pesce patate e verdure, prosciutto e formaggio e non c’e’ davvero limite alle combinazioni, ognuno ha la sua combinazione preferita.

In Sud America sono diventate una presenza costante della gastronomia di tutti i paesi a lingua Spagnola.

Con nomi diversi questo piatto e’ presente anche in tutto il Mediterraneo dove si e’ diffuso a seguito dei commerci e delle conquiste dalla Sicilia (tradizionale ‘Inpanata di Agrigento) alla Tunisia fino alla Turchia.

Qui sotto e’ proposta una versione vegana.

 

INGREDIENTI: (per 4 Persone)

 

·         1 tazza di fagioli bolliti (preferibilmente fagioli rossi o cannellini)

·         2 cucchiai di cipolla o scalogno tritato

·         150 gr di spinaci

·         1 spicchio di aglio

·         1/2 cucchiaino di cumino in polvere

·         1 pizzico di peperoncino

·         4 cucchiai di olio extra vergine di oliva

·         Sale marino integrale

·         2 tazze e ½ di farina

·         1 bustina di lievito istantaneo per preparazioni salate

·         1 cucchiaio circa di latte vegetale non zuccherato e non aromatizzato

·         Acqua q.b.

·         3 patate medie bollite (si puo’ utilizzare anche la patata dolce o la zucca)

 

PREPARAZIONE:

 

·       Mettete a bollire le patatate e nel frattempo preparate la pasta mescolando in una terrina la farina, 2 cucchiai di olio, lo lievito e l’acqua, l’impasto risultante deve potersi stendere agevolmente con il mattarello, e’ quindi opportuno dosare l’acqua accuratamente, aggiungendone poca alla volta.

·       Scaldare in una padella i rimanenti 2 cucchiai di olio e soffriggere la cipolla e l’aglio. Quando la cipolla comincia a diventare trasparente aggiungere gli spinaci, mescolare, abbassare il fuoco al minimo e coprire la pentola per qualche minuto, lasciando che gli spinaci appassiscano.

·       Quando le patate sono cotte tagliare a piccolo pezzi o se si preferisce schiacchiare grossolanamente con l’attrezzo per fare il puree.

·       Mescolare le patate con i fagioli e gli spinaci, condire con peperoncino, cumino e aggiustare di sale.

·       Alcuni preferiscono ridurre a puree anche i fagioli e tritare gli spinaci, questo dipende dai gusti personali.

·       Formare con le mani delle palline di pasta, la misura dipende da quanto si vuole che sia grande l’empanada, dividendo la pasta in 4 parti si ottengono 4 empanadas grandi.

·       Stendere la pasta su una superficie leggermente infarinata e dargli la forma di un disco rotondo.

·       Posizionare ¼ del ripieno (o meno se fate empanadas piu’ piccole) su meta’ del disco di pasta, con le dita bagnate in acqua inumidire i bordi del disco, ripiegare la pasta su se stessa formando una mezza luna e far aderire bene i bordi.

·       Con un coltellino appuntito praticare due o tre tagli o buchi sulla pasta in modo da consentire la fuoriuscita del vapore durante la cottura, spennellare le empanadas con un poco di latte vegetale.

·       Infornare a forno caldo (circa 160 gradi ventilato) e cuocere fino a che la pasta e’ ben dorata in superficie.

·       Servire calde o tiepide accompagnate da insalata.



Photograph courtesy of Soyculto, published with permission: https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/

giovedì 18 febbraio 2016

RISO FRITTO ALL’ANANAS



Cucina: Cina

Il riso fritto o “fried rice” e’ in realta’ un modo di cucinare il riso tipicamente Cinese, esistono innumerevoli ricette, essendo probabilmente la piu’ famosa in Occidente quella del riso alla Cantonese, riso ripassato in padella con olio, verdure e uovo. Per chi e’ vegano il sostituto piu’ spesso utilizzato al posto delle uova e’ il tofu, tuttavia ho trovato una volta questa ricetta in un ristorante e’ ho pensato che fosse una variante interessante, soprattutto per chi evita la soia.

INGREDIENTI: (per 2 Persone)

·         1 tazza  abbondante di riso bollito per persona (idealmente il riso dovrebbe essere di una varieta’ Orientale come Thai fragrant o Jasmine)
·         2 cucchiai di olio vegetale
·         1 spicchio di aglio tritato molto finemente
·         1 manciata di mais (fresco o in lattina)
·         1 cucchiaino di zenzero grattuggiato
·         ½ - 1 tazza di piselli bolliti
·         1 manciata di fagiolini bolliti o mangez tout tagliati a pezzetti
·         1 carota tritata finemente o grattuggiata
·         ½ tazza di anans fresco taglaito a cubetti
·         1 cipollotto affettato (inclusa la parte verde)
·         1 cucchiaio di miso (o 1 cucchiaio di brodo vegetale in polvere)
·         1 manciata di anacardi (opzionale)

PREPARAZIONE:

·         Tagliate a cubetti una parte della polpa dell’anans e riservate il resto per un altra ricetta.
·         Bollite il riso seguendo le istruzioni sulla confezione. Se utilizzate piselli molto piccoli e freschi potete bollirli insieme al riso, altrimente bollite separatamente.
·         Bollite i fagiolini e tagliate a pezzetti, se utilizzate i mangez tout potete metterli a crudo.
·         Quando il riso e’ cotto al dente scolatelo. In una padella capiente scaldate l’olio e fate soffriggere l’aglio e lo zenzero per un minuto o fino a che l’aglio rilascia un persistente aroma, aggiungete gli anacardi (se utilizzati) carota, fagiolini, piselli, mais, meta’ del cipollotto tritato e ananas e soffriggete ad alta temperatuta per un paio di minuti, mescolando continuamente.
·         Nel frattempo sciogliete il miso (o il dado vegetale) in poca acqua calda e aggiungete alle verdure, cuocete per altri 4 o 5 minuti abbassando il fuoco e aggiungendo pochissima acqua se dovesse consumarsi quella aggiunta insieme al dado.
·         Da ultimo aggiungete il riso e mescolate per insaporire.
·         Quando il riso e’ caldo ed ha assorbito il sapore delle verdure, togliete dal fuoco, decorate con il rimanente cipollotto e servite subito.

Photograph courtesy of Ruocaled, published with permission: https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/

INSALATA DI PASTA PER PIC NIC



Cucina: Italia

INGREDIENTI: (per 4 Persone)

·         300 gr di pasta corta (anche integrale/senza glutine)
·         1 pacchetto di tofu compatto
·         1 manciata di foglie di basilico
·         1 manciata di fagiolini
·         15- 20 pomodorini maturi
·         2 cucchiai di pesto (ricette in questo sito)

PREPARAZIONE:

·         Cuocere le pasta seguendo le istruzioni sulla confezione, scolare e raffreddare mettendo lo scolapasta sotto l’ acqua fredda corrente. Si puo’ lasciar raffreddare la pasta naturalmente a temperature ambiente se si preferisce, ma in questo modo la cottura continua e la pasta tende ad appiccicarsi. Cuocere i fagiolini insieme alla pasta.
·         Tagliare a cubetti il tofu, lavare e tagliare a meta’ i pomodorini e lavare ed asciugare le foglie di basilico.
·         Quando la pasta e’ raffreddata condire con il tofu, i pomodori, il basilico e due cucchiai di pesto, mescolare bene e conservare in frigorifero se non si consuma immediatamente.
·         Potete trovare le ricette per il pesto cliccando qui sotto:


Photograph courtesy of Whitney, published with permission: https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/

mercoledì 17 febbraio 2016

SOTTILETTE DI SIMIL FORMAGGIO VEGANO



Lo chef Richa autore di questa ricetta e’ riuscita a creare un simil formaggio che puo’ essere utilizzato con successo nei toast o nei panini grigliati senza includere addensanti, glutine, noci o grassi e partendo dalla farina di ceci, quindi a basso rischio di allergeni.
Si puo’fare in casa risparmiando consistentemente sui formaggi vegani industriali, spesso estremamente elaborati e soprattutto costosi.
E’ sostanzialmente simile nel concetto alle panelle di ceci che si fanno in Sicilia ma non e’ fritto ed e’ aromatizzato con spezie per ottenere un sapore simile al formaggio.
La ricetta originale prevede l’aggiunta di elementi piccanti tipici del formaggio per nachos molto amato negli Stati Uniti e in Messico, tuttavia gli ingredienti piccanti sono di difficile reperibilita’ in Italia, si trovano nei negozi etnici ma si possono omettere se si preferisce una versione piu’ amabile o sostituire con peperoncino locale.
La ricetta e’ tradotta nella vesione originale, che potete anche consultare in Inglese cliccando sul link qui sotto:

INGREDIENTI:

·         ½ bicchiere di farina di ceci
·         1 spicchio di aglio
·         ½ cucchiaino ciascuno di aglio in polvere, cipolla in polvere e senape in polvere
·         ¼ di cucchiaino di cumino in polvere
·         ½ peperoncino jalapeno in salamoia
·         2 cucchaiai di peperone arrostito tritato finemente
·         2 cucchai di pomodoro tritato finemente
·         ½ cucchiaino di sale
·         ½ cucchaino di paprika affumicata
·         ½ - 1 peperoncino chilipote preservato o polvere di peperoncino (opzionale)
·         2 cucchiai di lievito di birra ad uso alimentare
·         1 cucchiaio – 1 cucchiaio e ½ di succo di limone fresco
·         ½ cucchaiano di aceto (di mele o bianco)
·         ¾ di bicchiere di acqua
·         Peproncino jalapeno triatato  o in fiocchi (opzionale)

PREPARAZIONE:

·         Lavare e mondare un peperone, tagliarlo in quarti e arrostirlo sulla griglia o sotto il grill del forno e quando ben cotto, tritarne circa 2 cucchiai.
·         Tritare circa 1 cucchaiaio di pomodoro ben maturo scartando acqua e semi.
·         Mescolare tutti gli ingredienti in un frullatore, se voltete ottenere un blocco di “formaggio” da tagliare in seguito utilizzate circa ¾ di bicchiere di acqua, se volete ottenere delle fettine utilizzate 1 bicchiere di acqua.
·         Una volta frullato mettere in una casseruola dal fondo spesso e cuocere a fuoco medio mescolando continuamente per evitare che attacchi sul fondo.
·         La farina di ceci tendera’ ad addensare, prima formando dei grumi e poi uniformandosi a mano a mano che i grumi si sciolgono. Cuocere per qualche minuto in modo che la farina di ceci sia ben cotta, altrimenti potrebbe risultare amara, assaggiate per assicurarvi ci sia sufficiente sale.
·         Se usate il jalapeno o altro peperoncino locate, tritare grossolanamente e aggiungere al composto a cottura quasi ultimata.
·         Sistemare un foglio di carta da forno in una teglia o su una superficie piana, versarvi il composto una volta cotto. Spruzzare con pochissimo olio e adagiarvi un altro foglio di carta da forno sopra, con le mani o con l’aiuto di un mattarello pressare fino ad ottenere uno strato abbastanza sottile.
·         Quando il composto si e’ raffreddato a sufficienza staccare la carta superficiale, tagliare a quadretti e conservare in frigorifero. Se preferite un blocco unico da tagliare o grattuggiare in seguito, versare in un contenitore leggermente oleato o rivestito di carta da forno, lasciare raffreddare e conservare in frigorifero.
·         Utilizzare entro 3 giorni.

PASTA CON PESTO DI AVOCADO



Cucina: USA

INGREDIENTI: (per 2 Persone)

·         160 gr di spaghetti o 2 zucchini spiralizzati
·         1 avocado grande, sbucciato e privato del nocciolo
·         1 manciata di foglie di basilico lavate e asciugate
·         1 spicchio di aglio pelato
·         1 cucchiaio di succo di limone fresco
·         Sale marino integrale
·         Pepe nero macinato fresco
·         1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
·         Pomodorini maturi lavati e tagliati a meta, per decorare (opzionale)

PREPARAZIONE:

·         Cuocere la pasta in abbondante acqua salata seguendo le istruzioni sulla confezione. Se utilizzate spaghetti di verdura potete consumarli crudi o leggermente cotti, passandoli in una padella con qualche cucchiaio di acqua bollente per due minuti in modo che si ammorbidiscano, oppure ancora leggermente cotti a vapore o marinati in olio e limone.
·         Per il pesto di avocado, mettere tutti gli ingredienti in un frullatore e frullare fino ad ottenere un composto cremoso e omogeneo.
·         Quando la pasta e’ pronta, mescolare con la salsa di avocado e servire subito decorata con pomodorini maturi.

Photograph courtesy of tomatoes and friends, published with permission: https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/