lunedì 16 ottobre 2017

COOKIES INTEGRALI



Ho imparato a cucinare questi biscotti anni fa al centro Yoga Sivananda a Londra. Sono altamente energetici, adatti agli sportivi e perfetti per sostituire le famigerate merendine a scuola come anche per accompagnare una tazza di the caldo.

INGREDIENTI: (Per circa 12 biscotti grandi o più biscotti piccoli)
·         3 tazze di avena in fiocchi
·         1 tazza di farina integrale
·         ¾ di tazza di zucchero integrale di canna tipo muscovado o altro zucchero integrale
·         1/3 di tazza di uva sultanina o altra frutta secca a pezzetti
·         1/3 di tazza di noci, non tostate, non salate, tritate grossolanamente (a piacere potete scegliere e mescolare tra loro mandorle, nocciole, noci, pecan, arachidi o quello che più preferite)
·         1 cucchiaino e ½ di cannella in polvere
·         1 cucchiaino e ½ di zenzero in polvere 
·         ½ cucchiaino di noce moscata in polvere 
·         1 bustina di lievito per dolci
·         ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio
·         ¾ di tazza di olio vegetale o burro di cocco
·         ¾ di tazza di acqua
·         Il succo di ¼ o mezzo limone a seconda della consistenza dell’impasto
PREPARAZIONE:
·         Mettere tutti gli ingredienti secchi in un recipiente capiente e mescolare bene. 
·         Aggiungere gli ingredienti liquidi e mescolare fino ad ottenere un impasto facile da lavorare con le mani, non dovrebbe appiccicarsi ma piuttosto essere abbastanza compatta. Se si preferisce si può omettere le spezie, molti bambini infatti non amano la cannella.
·         Formare con le mani delle palline con un cucchiaio circa di impasto o più a seconda se preferiscono i cookies grandi o piccoli; adagiare su una placca coperta di carta da forno schiacciandoli fino a formare dei biscotti. Nel frattempo accendere il forno a 160° statico.
·         Infornare e cuocere fino a che i biscotti non sono ben dorati in superficie di solito 15 minuti, ma dipende dalle prestazioni del forno.
·         Far asciugare i biscotti su un graticcio fino a che raggiungono la temperatura ambiente.
Photograph courtesy of Stu_spivack, published with permission:https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/


giovedì 12 ottobre 2017

INSALATA DI PATATE


 
“Insalata di patate” richiama spesso alla mente un miscuglio di patate e maionese con molto grasso, moltissime calorie e di difficile digestione, tuttavia non deve necessariamente essere così. Qui sotto sono proposte 2 ricette a basso contenuto di grassi, nutrienti senza appesantire e confortanti soprattutto in inverno. Entrambe possono essere servite fredde, a temperatura ambiente o tiepide.

Insalata di patate semplice:
Ricetta per 2 persone:

·         6-10 patate novelle a pasta gialla e compatta, la quantità dipende da quanto sono grandi le patate e se volete farne un pasto o solo un contorno
·         Olio extra vergine di oliva
·         Sale marino integrale
·         Pepe nero macinato fresco
·         1 mazzetto piccolo di prezzemolo
·         1 mazzetto piccolo di erba cipollina o se si preferisce una cipolla piccola (opzionale)
·         Uno spicchio di limone o 1 cucchiaino di aceto di mele

Preparazione:
·         lavare le patate e cuocere con la buccia.
·         lavare e tritare finemente le foglie di prezzemolo e l’erba cipollina o cipolla.
·         Quando le patate sono cotte e si bucano facilmente con una forchetta, rimuoverle dall’acqua di cottura e lasciarle raffreddare sufficientemente da poterle maneggiare.
·         Normalmente le patate novelle hanno la buccia molto fine e si possono lasciare intere, tuttavia dipende dal gusto personale, se si preferisce la buccia si può rimuovere.
·         Condire le patate con olio, poco succo di limone o aceto di mele, sale e pepe e cospargere di erba cipollina o cipolla e prezzemolo, mescolare e servire.

Insalata di patate con avocado
Ricetta per 2 persone:

·         6-10 patate novelle a pasta gialla e compatta, la quantità dipende da quanto sono grandi le patate e se volete farne un pasto o solo un contorno
·         1 avocado maturo piccolo
·         Un mazzetto di rucola lavata e mondata
·         1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
·         Sale marino integrale
·         Pepe nero macinato fresco
·         2 cucchiai di succo di limone
·         1 cucchiaio di senape di Dijon

Preparazione:
·         lavare le patate e cuocere con la buccia.
·         Quando le patate sono cotte e si bucano facilmente con una forchetta, rimuoverle dall’acqua di cottura e lasciarle raffreddare sufficientemente da poterle maneggiare.
·         Normalmente le patate novelle hanno la buccia molto fine e si possono lasciare intere, tuttavia dipende dal gusto personale, se si preferisce la buccia si può rimuovere.
·         L’avocado di può frullare col olio, limone, senape sale e pepe e creare una maionese vegetale per condire le patate, oppure si può tagliare a spicchi o pezzetti a seconda delle preferenze e aggiungere alle patate.
·         Nel caso abbiate optato per l’avocado a pezzetti utilizzate olio, limone, senape, sale e pepe sbattuti con una frusta per condire patate, avocado e rucola, nel caso abbiate invece optato per creare una maionese vegetale con l’avocado usate la salsa per condire le patate e decorate con la rucola.


Photograph courtesy of Jules; published with permission: https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/

giovedì 28 settembre 2017

INSALATA DI FARRO E LENTICCHIE CON VINAIGRETTE AL TIMO


 
INGREDIENTI: (per 4 Persone)
·         1 bicchiere e 1/2 di lenticchie verdi mignon
·         1 bicchiere di farro perlato
·         1 cucchiaio di foglie di timo fresco
·         Il succo di mezzo limone
·         2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
·         Sale marino integrale
·         Pepe nero macinato fresco

PREPARAZIONE:
·         Mettere a bagno le lenticchie in acqua fredda per qualche ora e fare lo stesso con il farro in un contenitore separato.
·         Trascorsa qualche ora in ammollo scolare le lenticchie, risciacquarle e bollirle in abbondante acqua salata. Fare lo stesso con il farro in una pentola separata. Il farro impiega normalmente più tempo per cuocere delle lenticchie e, per una buona riuscita, è preferibile cuocere i due ingredienti separatamente.
·         A cottura ultimata, scolare le lenticchie e lasciar raffreddare. Fare altrettanto con il farro.
·         Nel frattempo mescolare con una frusta il succo di limone, l’olio, il sale, il pepe e le foglioline di timo.
·         A piacere questa insalata si sposa bene anche con altre verdure crude o cotte per esempio pomodoro, sedano e cipolle crudi, fagiolini e carote cotti, che, oltre a dare più colore, arricchiscono il valore nutrizionale del piatto.
·        La nota fondamentale in questo piatto è data dal timo fresco che non può essere sostituito con la stessa erba essiccata, pena lo svilimento del sapore.

mercoledì 27 settembre 2017

INSALATA DI QUINOA


 
INGREDIENTI: (per 4 Persone)
1 bicchiere di quinoa
2 bicchieri e ½ - 3 bicchieri di acqua o brodo vegetale
1 avocado maturo
15 – 20 pomodorini maturi
10-15 olive di buona qualità
1 cucchiaio di capperi dissalati e lavati
1 peperone a corno arrostito
Sale marino integrale
Pepe macinato fresco
Il succo di mezzo limone
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
Olio extra vergine di oliva (opzionale)

PREPARAZIONE:

Cuocere la quinoa seguendo le istruzioni sulla confezione fino a che tutto il liquido è assorbito e la quinoa è morbida, lasciare raffreddare.
Nel frattempo arrostire il peperone in forno o su una padella per bistecche, lavare e tagliare a metà i pomodorini, pelare l’avocado e tagliare a cubetti.
Quando il peperone è arrostito lasciare per qualche minuto in un recipiente chiuso in modo che il vapore permetta il distacco della pelle. Quando il peperone si è un poco raffreddato, rimuovere la pelle e i semi all’interno e tagliare a pezzetti.
Mescolare la quinoa con le verdure, le olive, i capperi e il prezzemolo e condire con sale, pepe, succo di limone e volendo anche un poco di olio di oliva extra vergine.
Lasciare in frigo per almeno mezz’ora e servire; costituisce un pasto completo.

martedì 26 settembre 2017

BUDINO DI TAPIOCA


 
 
La tapioca è un amido estratto dal tubero della manioca, una specie di fecola, spesso viene commercializzato in perle ottenute dall’aggregazione dell’amido ad alta pressione. Usata come addensante, è molto apprezzata per la sua estrema digeribilità che la rende adatta alla preparazione di cibo per i bambini o gli anziani.
Il budino di tapioca è un dessert tradizionale in Tailandia dove viene spesso arricchito con frutta e cocco, la ricetta originale utilizza latte e spesso anche uova, ma è altrettanto buono nella versione vegana.
 
INGREDIENTI: (per 4 Persone)
·         60gr di perle di tapioca
·         400 gr di latte di cocco non scremato
·         50-70 gr di zucchero di canna o sufficiente sciroppo di agave o acero a seconda dei gusti, se usate sciroppo liquido aggiungete altri 5 gr di perle di tapioca
·         1 stecca di vaniglia
·         Frutta fresca, noci a pezzetti o cacao magro per guarnire
 
PREPARAZIONE:
·         Mettere a bagno le perle di tapioca in acqua fredda per circa mezz’ora, sciacquare con acqua pulita e mettere da parte.
·         Incidere con un coltello affilato la bacca di vaniglia sulla lunghezza, aprirla e raschiare la polpa.
·         Unire lo zucchero o lo sciroppo al latte di cocco, la polpa e il baccello della vaniglia, portare ad ebollizione e aggiungere la tapioca.
·         Mescolare fino a che le perle di tapioca non assumono una consistenza gelatinosa e diventano trasparenti.
·         Scartare il baccello della vaniglia e versare il budino in coppette o bicchieri individuali.
·         Refrigerare per qualche ora e servire guarnito a piacere; tradizionalmente è servito con banana, mango e cocco grattugiato, ma qualsiasi frutta fresca o noce triata ne esalta il sapore, è ottimo anche con una spolverata di cacao o cannella.
 
Photograph courtesy of Simmsrestaurants, published with permission; https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/